Hogan Interactive 38 5

Lasciamoli parlare. Dalle pagine del tabloid britannico The Sun, Kevin Warwick, ricercatore di robotica alla Coventry University, mette in guardia dai rischi di un artificiale troppo intelligente. E si chiede quanto potrebbero diventare pericolosi due robot militari, magari armati, che inizino a parlare una lingua incomprensibile per l Ma questa ancora fantascienza (crediamo.)..

Lanzarote è un’opera d’arte, disse una volta, io l’ho incorniciata e messa in evidenza in modo che tutti potessero ammirarla. Le sculture a vento che ha disseminato sull’isola testimoniano un’insolita capacità di fondere arte e natura. La stessa che si ritrova nel Mirador del Rio, il belvedere che costruì in cima a una scogliera a nord dell’isola recuperando una postazione militare di fine Ottocento e dimostrando ancora una volta grande rispetto per l’ambiente.

Ma a meno che non si assicuri un piccolo razzo al cadavere, la salma finirebbe per seguire la stessa orbita della stazione per poi rientrare nell’atmosfera, disintegrandosi. L’ha detto anche Elon Musk: chi si candida come colono marziano, deve sapere che su Marte potrebbe anche morire. Seppellire chi non ce l’ha fatta su Marte sarebbe senz’altro pi pratico che aspettare anni per il rientro delle salme, ma porrebbe un rischio di contaminazione batterica del suolo inimmaginabile.

Questa è la sfida lanciata da Ipea (Insieme per l’emergenza alimentare). Alla raccolta è stato presente anche mons. Roberto Filippini , vescovo di Pescia. Setien: But the pressure will always be there. What you can’t do is today white, tomorrow black. Barcelona is an example: they established a criteria that has been a religion.

Con le tue canzoni sono diventato grande: fu mio fratello Lamberto, quando ero alle medie, a portarmi il tuo primo disco. Mi innamorai perdutamente di quelle storie, di quelle parole, della tua voce, quella tua voce che ormai ‘canta nel vento’. Sei stato il compagno sicuro di tanti giorni, il conforto di notti disperate.

Dove sta andando il giornalismo? la domanda alla base della decima edizione del Festival e che metter a confronto il pubblico e gli speaker attraverso la condivisione e il racconto della rivoluzione permanente che stiamo vivendo. Tante le tematiche messe in discussione: fact checking, data journalism, explanatory journalism, il ruolo giornalistico delle piattaforme, paywall vs crowdfunding, l dei video e del mobile, robot journalism, il coinvolgimento dei lettori e il ruolo civico dell il giornalismo mobile first, social networks vs media mainstream? Ma non solo temi che riguardano strettamente il mondo del giornalismo. Si parlera anche di attualit dai migranti, le guerre, il terrorismo, l in crisi e le nuove sfide della democrazia, la privacy e la sorveglianza di massa, la libert di espressione, fino alla riflessione intorno al mondo della letteratura, della musica e dello sport; non mancher inoltre un incontro per indagare sul caso di Giulio Regeni, alla luce dei recenti sviluppi..

Lascia un commento