Hogan Interactive Nere Uomo

Zapata, 39 anni, ha due figlie ed cresciuto nel cimitero. Circa un quarto dei dodici milioni di abitanti di Manila sono “residenti atipici”. Chi vive nel cimitero preferisce la tranquillit e la relativa sicurezza di questo luogo all pericolosa delle baraccopoli cittadine.

Nel quale, per scritto a chiare lettere che ” vietato esercitare la prostituzione o altra attivit ad essa connessa”. Di pi senza permesso di soggiorno di almeno un anno non possibile contrarre un’assicurazione contro le malattie. L’associazione My Day, che assiste le prostitute, non comunque del tutto negativa, di fronte alle novit “Faremo un bilancio a met del prossimo anno”, il loro commento..

Come una volta succedeva anche da noi, in molti Paesi africani ci sono commercianti che ancora si rivolgono a chi con pennello e vernice capace di riprodurre sulle facciate esterne del negozio un oggetto o una marca da reclamizzare. Alcuni pittori della pubblicit i meno esperti, realizzano immagini di gusto naif; altri, invece, saponette, polli arrosto o spinterogeni con incredibile realismo. Uno di questi vive e lavora a Mogadiscio, capitale della sventurata Somalia perch in buona parte ancora nelle mani degli islamisti Shebab.

Ancora un 25 novembre che per molti, e molte, potrà sembrare ridondante di convegni, rassegne, appelli, simboli. C chi si chiede se la parola femminicidio abbia allontanato più che sensibilizzato sui temi che riguardano il rispetto, la parità e le relazioni tra uomini e donne; se la parola femminista chiuda l a circoli ristretti. In dieci anni il riflettore che accende il 25 novembre ha comunque portato nelle case l che botte in famiglia, molestie, stupri non appartengono alle normali relazioni tra donne e uomini.

Arte CulturaDel potente monastero fondato dai Cistercensi (XII XIII sec) provenienti da Morimond (Francia), si conserva la chiesa, semplice ed austera, dalle proporzioni grandiose e senza ornamenti, come dettava la regola di San Bernardo, fondatore dell e una parte del Chiostro con la SalaCapitolare. Costruita vicino ad Abbiategrasso nel Parco del Ticino, ai confini tra i territori di Milano e Pavia, l’Abbazia di Morimondo ebbe una grande espansione estendendosi per 3200 ettari, di cui due terzi coltivati, con mulini, grange e oratori, e raccolse numerose vocazioni (250 monaci nel 1237) testimoniate dall’intensa attività dello scriptorium. Oggetto di ripetuti saccheggi, conobbe momenti di rinascita e decadenza fino al definitivo declino dovuto alla soppressione degli ordini monastici del 1798..

Lascia un commento