Hogan Knows Best Vh1

Ideally, there would be an individual behind the scenes with deep connections to the club to remind everybody exactly what it means to represent Chelsea. For years, John Terry was the on field general before becoming Conte’s dressing room lieutenant. His departure last summer has coincided with the emergence of some mental fragility within the squad and while it is impossible to say the two are linked, it is a curious coincidence..

L’inizio è buono, con i neroverdi che stazionano costantemente in zona playoff, in linea con gli obiettivi posti a inizio anno. Qualche pareggio di troppo mette in evidenza le difficoltà di dialogo tra il mister e la dirigenza. A fin girone di andata, così, mutano i piani; la società sposta lo sguardo più su e, visto il terzo posto, si decide di puntare al passaggio di categoria.

Nel cuore di Brera, al numero 17 di via Madonnina, ha aperto i battenti la boutique monomarca del prestigioso marchio di profumeria artistica Creed, fondato nel lontano 1760 e amato da molti personaggi illustri di tutti i tempi, da Frank Sinatra e Jackie Kennedy fino a Elton John, Madonna e Gwyneth Paltrow. Nello store, realizzato dall Farinaro in collaborazione con la Fabbrica dei Segni, domina il colore bianco con ripiani grigio perla in Corian, acciaio lucido e teche in vetro extra trasparente, materiali ipermoderni che si fondono con il caldo parquet in teak. Protagoniste sono le fragranze, da quelle più recenti a quelle che hanno fatto la storia e la tradizione del marchio, come i maschili du Portugal e Irish Tweed (75 ml a 157 euro) con note di testa di limone, verbena e menta, cuore di fiori di violetta e fondo di ambra e sandalo, e i femminili Flower (75 ml a 166 euro) che alterna note golose di pesca, albicocca e melone a un cuore di fiori inebrianti, come la rosa e il gelsomino e Imperatrice Euguenie (75 ml a 157 euro), un cocktail orientaleggiante a base di gelsomino italiano realizzato nel 1870 in onore dell Eugenia e che conquistò anche la moglie di Napoleone III.

L’abitazione è un vero gioiello: calda, affollata di oggetti preziosi. Bosquet l’ha acquistata perché gli offriva l’opportunità di un atelier spazioso e tranquillo, con un forno per cuocere la terra. Ogni dettaglio sia dentro sia in giardino è stato curato e realizzato dai proprietari nel corso del tempo e le immagini di queste pagine documentano solo lo stadio più recente di una vicenda in divenire, di una casa in continua trasformazione perché viva e personale come ogni casa dovrebbe essere..

Lascia un commento